Progetto B.E.S.T – BLUE ECONOMY AND STRATEGIC TRAINING
Progetto promosso dalla Regione Toscana e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

Il progetto in sintesi

La  Provincia  di  Livorno, ha affidato a Multimedia Group Srl (in ATI con Navicelli SpA di Pisa, Associazione Cora Livorno, Simurg Ricerche di Livorno e organismo formativo Formare) la  realizzazione  del  progetto cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo  “ANCORA: Servizi per lo sviluppo delle aree territoriali della Provincia di Livorno legate al sistema diportistico“.

L’obiettivo  principale  del  progetto Ancora è quello di favorire lo sviluppo del territorio nelle aree interessate dal sistema diportistico, competitività e adattabilità delle imprese, occupazione e competenze dei lavoratori delle filiere e del distretto del diporto. I servizi previsti dal progetto riguardano analisi, ricognizione, identificazione, sviluppo e trasferimento di conoscenze in un’ottica di innovazione di processo, di prodotto ed organizzativa a livello territoriale, con logiche di sviluppo locale ed interlocale, tese anche a creare un ”sistema” della portualità territoriale; analisi, sviluppo e diffusione di processi di apprendimento condiviso, innovativi, orientati allo scambio ed alla valutazione delle buone pratiche, sviluppo della capacità di relazione tra le imprese afferenti o collegate, orientamento alla creazione di nuovi posti di lavoro e di opportunità di inserimento/reinserimento di soggetti in stato di disoccupazione, sostegno alla cultura imprenditoriale.

Il progetto Ancora si occupa anche di formazione nel settore della nautica da diporto e del turismo nautico. Nei prossimi 15 mesi metterà a disposizione delle imprese del settore e di persone in cerca di occupazione più di 140 mila ore di formazione
specialistica GRATUITA. Per sfruttare al meglio questa opportunità, per trasformarla in un’occasione di crescita e sviluppo del settore è importante programmare corsi che siano davvero utili alle imprese del territorio e che diano opportunità di lavoro ai disoccupati. Quali corsi di formazione andrebbero attivati? Per quali professionalità e per quali competenze?

Inoltre, il progetto si propone di coadiuvare il coordinamento con i numerosi progetti e atti di indirizzo già attivi sul territorio provinciale e regionale.

Il progetto si articola in 3 parti, suddivise in 7 linee di azione:

  1. RICERCA: Una indagine preliminare per individuare i fabbisogni formativi e i fattori competitivi strategici del settore; sulla base di questa indagine, viene definito il programma formativo;
  2. FORMAZIONE: Una serie di attività formative rivolte sia ad occupati che a disoccupati, alla creazione d’impresa e all’inserimento lavorativo delle categorie deboli;
  3. RETE: Un’attività di animazione territoriale, finalizzata a stimolare la crescita e il consolidamento delle relazioni tra le imprese della filiera e gli stakeholders, attraverso seminari, focus group, workshop, interviste, etc.

Il progetto è iniziato a novembre 2012 e terminerà a luglio del 2014.

 


Rispondi

*